DOVE   MAPPA   STORIA    CATTEDRALE   CRIPTA    SCAVI    PROGETTO   AUTRICE   LABORATORIO

<< Precedente   Successiva >>

IL RESTAURO DEI MOSAICI

 

clicca per ingrandire   clicca per ingrandire

Fase di stacco del pavimento musivo nell'area presbiteriale

Rilievo del pavimento nell'area presbiteriale: in grigio la parte rimontata sul pannello

clicca per ingrandire

Fase di stacco del pavimento musivo nell'area presbiteriale

 

Il restauro dei pavimenti musivi del soccorpo stato suddiviso in due fasi: il restauro del pavimento paleocristiano a tessere piccole e del pavimento altomedievale a tasselli ed il distacco del pavimento a tasselli nell'area presbiteriale. Nella prima fase si proceduto ad una pulitura della superficie musiva, molto discontinua, effettuata combinando l'azione dei reagenti chimici con strumenti meccanici, al consolidamento con iniezioni di malta e alla risarcitura delle connessure tra le tessere, realizzando infine i lacerti perimetrali di contenimento. In ultimo sono state reintegrate le lacune con due tecniche diverse: dove la perdita di tessere di mosaico era limitata e la decorazione era ricostruibile con certezza si reintegrato il tessuto del mosaico utilizzando le tessere erratiche; nelle lacune pi grandi si optato per reintegrazione in cocciopesto. lo stacco del pavimento altomedievale nell'area presbiteriale stato eseguito per mettere in evidenza l'interezza del mosaico paleocristiano presente al di sotto. Per lo smontaggio stato realizzato un rilievo grafico in scala 1:1; stata poi incollata una doppia tela, definita una quota di riferimento e posizionati i perni di livello, realizzati bordi di contenimento al cui interno sono state effettuate controforme in gesso e argilla espansa. Dopo il completo essiccamento, le sezioni sono state distaccate con sciabole e si passati alla pulitura di quelle comprese nella parte da rimontare su pannello; la limitatezza degli spazi non ha infatti permesso di rimontare l'intero pavimento distaccato.