La Chiesa dell'Immacolata


La facciata della Chiesa quasi nascosta nella parte superiore dalle fronde degli alberi.
E' realizzata con conci di pietra calcarea, tagliati abbastanza regolarmente.

Il portale della chiesa di legno (di recente fattura) e circondato da stipiti in pietra; nella lunetta vi un alto rilievo rappresentante un calice con Ostia e quattro angeli in adorazione.

Poco più su c'è lo stemma dei Francescani: il braccio di Cristo e di S. Francesco incrociati.

Decentrato verso destra rispetto al portale, c'è un grande finestrone dalla sagoma lobata; questa èl'unica fonte luminosa della navata centrale.

La zona che si potrebbe definire una pseudo navata laterale, situata a sinistra di quella centrale, riceve invece luce, da una piccola finestra di forma semicircolare che si affaccia anch'essa sulla facciata principale della chiesa.

La chiesa èa navata unica voltata a botte. La parte a destra rispetto all'ingresso scandita da paraste che individuano tre archi a tutto sesto in cui sono collocati dei dipinti.

Nella parte sinistra si aprono tre cappelle laterali collegate tra loro per mezzo di archi; le prime due voltate a botte sono a pianta leggermente trapezioidale; la terza coperta con volta ribassata è a pianta rettangolare.

Tutta la chiesa è affrescata con decorazioni a motivo di finto marmo e di fiori. L'altare maggiore in marmo bianco con specchi listellati in marmo colorato. Fu eretto nel 1858;

La parete superiore presenta una nicchia in cui è collocata una statua dell' Immacolata in legno dipinto. tale scultura sembra essere opera del Verzella, arista napoletano del sec. XIX.

Ai lati vi sono quattro nicchie pi piccole contenenti i busti di altri santi. Le quattro colonne a spirale, che ripartiscono l'alzato dell'altare sono in cemento e sostituirono nel 1964 le analoghe in legno, ormai tarlate.

A sinistra dell'altare maggiore vi è una porta che immette in sacrestia: un ambiente rettangolare coperto a botte deformata, dalla quale si accede in una stanza ottagonale con volta a creste e vele. Sempre dalla sacrestia si accede al vano scala che porta al piano superiore.

HOME                         indietro                         mappa del sito