Modellazione 3D del museo d'arte contemporanea Watari-um -Tokyo-
dell'architetto Mario BOTTA

Il lavoro qui presentato stato realizzato per il corso di
-tecnica di elaborazione elettronica in urbanistica e architettura- del prof. Ing. Vincenzo NUZZOLESE.
Trattandosi di un studio finalizzato alla modellazione 3D nelle tavole mancano riferimenti alle distanze ed alle quote.

La modellazione

Prima fase. Ricerca bibliografica finalizzata a trovare, descrizioni, piante, sezioni e foto del Watari-um. Il materiale pi completo trovato quello contenuto in CASABELLA Dicembre 1990 e nella monografia "BOTTA 1985-1990 the complete works" di Emilio PIZZI .
Seconda fase. Ricostruzione delle piante con autocad per stimare in maniera definitiva le proporzioni tra i vari elementi delle piante stesse. Come descritto nelle riviste, ai lati corti del triangolo isoscele stata attribuita la lunghezza di 17 metri (circa). Tutte le altre misure sono state dedotte a partire da questa assunzione. La ricostruzione stata, poi, riferita all'orditura delle travi del solaio a cassettoni.
Terza fase. Ricostruzione delle piante con archicad impostando prima le quote dei diversi piani e costruendovi, successivamente, solai e muri esterni relativi, utilizzando gli strumenti linee ed archi per disegnare i riferimenti geometrici necessari, in primo luogo i moduli del solaio a cassettoni. I solai a cassettoni sono stati realizzati attraverso lo strumento solaio e lo strumento travi Poi sono state aggiunte le scale, gli infissi e gli arredi. Le scale sono state disegnate con lo Stair Maker, mentre gli arredi e i sanitari sono stati presi dalle librerie archicad.
Quarta fase. Il rivestimento esterno stato realizzato come un ulteriore sottilissimo muro a ridosso dei muri esterni di cui sopra.
Quinta fase. La ricostruzione completa il risultato finale della modellazione da cui partire, poi, per ricavare tutte le tavole pi significative.
Sesta fase. Sezioni-Alzati. Completata la ricostruzione, attraverso lo strumento sezioni-alzati, sono state ricavate le tavole delle sezioni A1 ed A2. Tavole finali. Le tavole finali, cos come presentate (piante, sezioni, prospetti), sono il risultato di ulteriori correzioni attraverso plot maker. Rendering. Le viste renderizzate, interne ed esterne, sono l'ultima parte del lavoro qui presentato. Per ottenere queste viste sono state posizionate le telecamere ed impostati gli strumenti per la posizione del sole, le ombre e gli sfondi.

home il sito del museo progetto del Watari-um