Dalla GUIDA HTML di Massimiliano Valente
files audio



La presenza di file audio sotto forma di MIDI o WAV puo' essere una piacevole colonna sonora alla navigazione delle pagine web, oppure un fastidioso fardello capace solo di rallentare il caricamento ed innervosire il visitatore. Come spesso viene ripetuto in questa guida e' necessario considerare che si', e' importante la piacevolezza grafica e musicale delle pagine web, ma e' fondamentale che la navigazione non risulti lenta e, in ultima analisi, impossibile per chi abbia a cuore le sorti della propria bolletta telefonica. Il mio consiglio e' quindi di evitare grossi file MIDI (60Kb di files MIDI ad esempio sono esagerati) ed enormi WAVE (che possono essere sostituiti da altri files piu' leggeri, come vedremo in seguito).

Consideriamo un file MIDI; consideriamo che si chiami "imagine.mid"; e consideriamo che si voglia inserirlo come sottofondo ad pagina web non appena questa si apra, automaticamente quindi.
Dobbiamo innanzitutto considerare che Navigator e MSIE si servono di comandi diversi per richiamare automaticamente un file MIDI di sottofondo.

Per esempio il comando <BGSOUND> funziona solo con MSIE ma non con Navigator (LOOP indica il numero delle volte che il midi deve essere ripetuto):

<BGSOUND SRC="imagine.mid" LOOP=INFINITE>

Clicca qui sia con MSIE che Navigator per provare.

Oltre ai files MIDI, con il comando <BGSOUND> e' possibile inserire files .WAV e .AU

Per rendere possibile l'apertura automatica di un files audio anche con Netscape, si deve usare il comando <EMBED>:

<EMBED SRC="imagine.mid" AUTOSTART=true LOOP=true VOLUME="80" WIDTH="0" HEIGHT="0">

Clicca qui sia con MSIE che Navigator per provare.

Anche in questo comando oltre ai MIDI e' possibile inserire files .WAV e .AU



Una delle remore all'inserimento di files midi all'interno delle proprie pagine, e' dovuta al fatto che, ogni volta che si cambia pagina il file musicale si interrompa bruscamente. Il problema non persiste nei siti divisi in frame, in quanto il file musicale viene caricato nel frame fisso e quindi non muta al cambiamento delle pagine negli altri frame. E per i siti senza frame? Un piccolo espediente puo' essere quello mediante il quale, proprio prendendo spunto dai frames, si costruisce una pagina con un frame "invisibile".
Per fare questo si crea una pagina con il seguente codice:

<FRAMESET rows="0,*" border=0 frameborder="0" framespacing="0">
    <frame me name="alto" src="top.htm" noresize>
    <frame me name="centrale" src="central.htm" noresize>
</FRAMESET>


Dove nel frame "alto" inseriremo il codice che richiama il file audio:

<EMBED SRC="imagine.mid" AUTOSTART=true LOOP=true VOLUME="80" WIDTH="0" HEIGHT="0">

E nel frame "centrale" il contenuto delle pagine.

Clicca qui per una prova.


Altro "stratagemma" per far ascoltare un file audio (SOLO CON NETSCAPE) in modo continuativo anche quando si cambia pagina, e' quello di caricare tale file in una finestra del browser alternativa.
Per fare questo e' necessario servirsi di un piccolo ma importantissimo TARGET.
I TARGET vengono usati soprattutto nei frame ma possono esserlo anche in altri casi. Se per esempio si desidera che una pagina collegata ad un link venga caricata in una finestra diversa del browser, si dovra' inserire il TARGET="_new".
Facciamo conto che il midi da ascoltare di chiami "imagine.mid"; ecco il codice:

<A HREF="imagine.mid" TARGET="_new">Ascolta il midi imagine.mid</A>

Cliccando si aprira' una finestra di default la quale si affianchera' a quella principale (da cui si e' lanciato il link).
Ecco, di seguito, l'esempio pratico:

Ascolta il midi imagine.mid

Questa procedura e' valida solo per Nestcape.
In questo modo il visitatore potra' leggere il testo presente sulla finestra da cui ha lanciato il file "imagine.mid" e nel frattempo l'altra finestra produrra' il midi. Nel momento in cui il visitatore clicchera' su un altro midi da ascoltare, automaticamente tale midi verra' caricato nella finestra precedente aperta per "imagine.mid" (non verranno aperte, cioe', decine di finestre).

Purtroppo questo stratagemma funziona solo con Netscape e non con MSIE. Per venire incontro anche agli utenti del browser di Redmond e' necessario archittettare una procedura un po' piu' complessa, la quale consiste nell'associare al link non il semplice file midi "imagine.mid" ma un file HTML che contenga un comando EMBED che faccia automaticamente partire il midi.

Clicca qui per una prova

Questa procedura funziona per entrambi i browsers.




Abbiamo accennato alla possibilita' di sostituire i file wav con files audio di stessa qualita' ma piu' leggeri ed ascoltabili in tempo reale; si tratta dei files creati con tecnologia Real Audio. Questi files sono usati dai siti radiofonici proprio per la possibilita' (streaming) di ascoltarli man mano che vengono scaricati e non, come succede con i wav o i midi, soltanto quando l'intero download e' terminato.

Creare files Real Audio e' molto semplice: si registrano prima i files in normale formato WAV scegliendo una campionatura che generi dei files non troppo grandi ma mantenga una decente qualita' audio (io consiglio CANALI=mono FREQUENZA=11025 Hz CAMPIONATURA=16bit). Fatto questo si deve trasformare il file da WAV a RAR (il formato di Real Audio), e cio' avviene grazie ad un programma di nome Real Audio Live Encoder, gratuitamente scaricabile dal sito della Real Audio. Ha un file di installazione di circa 800Kb ed e' molto facile ed intuitivo da usare.

Naturalmente sara' necessario scaricare anche Real Audio Player, il quale funziona sia con IE che con Navigator.

Per esempi pratici di files audio convertiti in formato Real Audio clicca qui.





codice
grafica
varie
html point
Guida al linguaggio e alla programmazione HTML di Massimiliano Valente - 1998