ACCORDO CON CONVENZIONE PER L'USO COMUNE DI
ALCUNE APPARECCHIATURE FOTOGRAMMETRICHE-ELETTRONICHE
TRA
La REGIONE PUGLIA (C.F. n°80017210727 soggetto a I.V.A.)
in persona dell'Assessore alla Cultura pro tempore
autorizzato dalla Giunta Regionale con delibera n° 6909 del 27 luglio 1984
E
L'UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI BARI (C.F. n° 80002170720 soggetto a I.V.A.)
in persona del Magnifico Rettore pro tempore
autorizzato dal Consiglio di Amministrazione nella seduta del 14.5.1984.

L'anno 1985, il giorno 19 gennaio, tra la Regione Puglia, in persona dell'Assessore alla Cultura pro tempore Pasquale Calvario, nato a Terlizzi (BA) il 25.5.1921, e l'Università degli Studi, in persona del Magnifico Rettore pro tempore Luigi Ambrosi, nato a Bari il 2.6.1929, con il presente accordo con convenzione, da valere ad ogni effetto di legge, si conviene quanto segue:

ART. 1 - La Regione Puglia (Asses-sorato Regionale alla Cultura) dà e concede in uso comune gratuito all'Università degli Studi di Bari e per essa alla Cattedra di Fotogrammetria Architettonica dell'Istituto di Disegno della Facoltà d'Ingegneria, che a tale titolo riceve e accetta, un equipaggiamento di restituzione Wild A40 (comprendente n°1 autografo A40 completo - n°1 serie di accessori standard - n°1 tavolo da disegno PZ T8 70x70 cm. - n°1 serie di accessori standard per tavolo da disegno - n°1 scatola di ingranaggi di trasformazione per la restituzione di fotogrammi ad asse inclinato di 30° e 60°). La suddetta apparecchiatura fotogrammetrica (il restitutore) costituirà valida integrazione delle apparecchiature esistenti presso il laboratorio della cattedra di Fotogrammetria Architettonica, costituita precisamente da: n°1 camera stereometrica Wild C120; n°1 stereoscopio per fotointerpretazione Wild APT1, completo di doppi oculari per insegnamento e stereomicrometro per la restituzione in scala fotogramma; n°4 stereoscopi da tavolo Wild ST4; n°1 stereoscopio da tavolo ST4 con oculari 3x e 8x; n°1 stereoscopio tascabile Wild TSP1 con ottica addizionale.

ART. 2 - L'Università degli Studi di Bari (Cattedra di Fotogrammetria Architettonica dell'Istituto di Disegno della Facoltà d'Ingegneria) dà e concede l'uso comune gratuito alla Regione Puglia (Assessorato Regionale alla Cultura) delle apparecchiature fotogrammetriche esistenti presso il laboratorio della Cattedra di Fotogrammetria Architettonica, richiamate nel precedente art.1 e costituenti valida integrazione al restitutore di proprietà regionale.

ART. 3 - Tutte le apparecchiature di cui ai precedenti artt. 1 e 2 saranno utilizzate:
- da parte della Regione (Assessorato alla Cultura, Settore Musei e Beni Culturali), per le operazioni di avvio di catalogazione-censimento dei beni culturali (ivi compresi quelli ambientali) della Puglia secondo un programma di base che viene allegato al presente accordo con convenzione all'atto della firma dello stesso;
- da parte dell'Università degli Studi di Bari (Cattedra di Fotogrammetria Architettonica dell'Istituto di Disegno della Facoltà di Ingegneria) per la propria attività didattica e di ricerca secondo un programma di base, riferito all'area geografica della Puglia, che viene allegato al presente accordo con convenzione all'atto della firma dello stesso;
- da parte della Regione, in collaborazione con l'Università, per l'espletamento di corsi specifici proposti dalla Regione e che vedono la presenza, come docenti, dei professori appartenenti all'Istituto di Disegno ed alla Cattedra di Fotogrammetria Architettonica della Facoltà d'Ingegneria, nonché (prioritariamente) per la formazione e l'aggiornamento del Personale della Regione Puglia con precedenza al personale dell'Assessorato alla Cultura (in particolare si curerà l'aggiornamento del personale dell'Assessorato alla Cultura appartenente al gruppo fotogrammetrico dell'ex "Progetto Trulli" della legge 285/77); il tutto secondo un programma di base che viene allegato al presente accordo con convenzione all'atto della firma dello stesso. Per quanto attiene il personale dell'Assessorato alla Cultura, la formazione e l'aggiornamento dello stesso dovrà fare riferimento anche all'uso di apparecchiature elettroniche in dotazione al predetto Assessorato (unità elettronica Olivetti per la memorizzazione dei dati comprendente n° 1 MFD 1010/256 - unità centrale 256 K RAM per ETS 1010 con doppia stazione MFD, matricola 6680159 - n° 1 DSY 1010 - video 1920 CRT, matricola 0000101 - n° 1 ET 121 CI/S - ET 121 CI predisposta al collegamento a ETS 1010, matricola 0188667).

ART. 4 - L'Università degli Studi di Bari e per essa la Cattedra di Fotogram-metria Architettonica si obbliga a custodire l'apparecchiatura concessale in uso comune, con la massima cura e diligenza, a non destinarla ad altri usi che non siano quelli sopra previsti, a non cedere neppure temporaneamente l'uso della strumentazione a terzi né a titolo gratuito né a titolo oneroso, ed a restituire alla Regione Puglia, al termine dell'accordo con convenzione, le apparecchiature nello stato attuale, salvo il normale deterioramento d'uso.

ART. 5 - Ai sensi e per gli effetti della legislazione vigente (art.1806 C.C. ecc.) le parti stimano il valore complessivo in .98.000.000 (novantottomilioni) per l'equipaggiamento di restituzione Wild A 40, e ciò unicamente ai fini della responsabilità per deperimento del bene, mentre la proprietà del bene stesso rimane, come per legge, alla Regione Puglia.

ART. 6 - L'apparecchiatura fotogrammetrica-elettronica sopra indicata, di proprietà regionale, va sistemata nei locali e nei laboratori della Cattedra di Fotogram-metria Architettonica dell'Università degli Studi di Bari e precisamente nel complesso monumentale di S.Scolastica, di proprietà dell'Università ed affidata alla citata Cattedra di Fotogrammetria Architettonica.

ART. 7 - La durata convenuta del presente accordo con convenzione è di 24 mesi dalla firma della convenzione stessa, salvo eventuali proroghe o riduzioni del periodo di validità dell'accordo non inferiore a 6 mesi da perfezionarsi nei modi di legge e su richiesta di parte.

ART. 8 - Per tutto quanto non previsto dal presente atto, le parti fanno riferimento alla legislazione vigente, disciplinante la materia.

ART. 9 - Il presente atto è a titolo gratuito. La ripartizione delle spese sostenute per il funzionamento delle apparecchiature di cui agli artt.1 e 2 e per lo svolgimento delle attività di cui all'art. 3 è fissata nei programmi di base richiamati nello stesso art. 3 e si fonda sul principio che ciascun Ente assolva alle spese attinenti la propria attività, mentre le spese inerenti le attrezzature fotogrammetriche restano a totale carico dell'Università, visto che anche quelle di proprietà della Regione sono assegnate per 24 mesi in uso comune gratuito alla Cattedra di Fotogrammetria Architettonica dell'Istituto di Disegno della Facoltà di Ingegneria dell'Università degli Studi di Bari.

ART. 10 - Ogni eventuale variazione ai programmi di base, dovuta a causa di forza maggiore ovvero a sopravvenute e manifeste emergenze a carattere tecnico, dovrà essere concordata tra l'Assessorato Regionale alla Cultura e la Cattedra di Fotogrammetria Architettonica dell'Istituto di Disegno della Facoltà di Ingegneria dell'Università degli Studi di Bari. In ogni caso le variazioni predette saranno consentite sempre che non alterino l'impostazione dei programmi di base di cui al precedente art. 3.

ART. 11 - Le spese di registrazione del presente atto sono a totale carico della Regione Puglia, trovandosi l'Università, in quanto Organo dello Stato, nella condizione di avvalersi della norma di cui al VI° comma dell'art. 55 del D.P.R. 26 ottobre 1972, n.634. Trattandosi di scrittura privata non autenticata, non avente contenuto patrimoniale, si chiede l'applicazione dell'imposta in misura fissa, a norma dell'art.4 della Tariffa; All. A - parte II del D.P.R. 26.10.1972, n.634.

Registrato al N. 2325 il 13 febbraio 1985
___________