Politecnico di Bari (Italy)
Laboratorio di Fotogrammetria Architettonica
Il laboratorio nel Campus dal 1996 al 2008

Con l'attivazione del "Corso di Rilevamento fotogrammetria dell'architettura", il laboratorio fu trasferito al Dipartimento ICAR nel Campus universitario. Grazie a questo trasferimento il laboratorio si è potuto dotare di un sito web proprio, con il vantaggio di consentire agli studenti di mettere in rete i propri lavori e far ricorso, in caso di necessità, alla teledidattica. Nel laboratorio stesso è stata attivata una webcam, che consentiva agli studenti di verificare a distanza la disponibilità dei computer e del docente stesso.

Nel 2005, su proposta dell’on. Ernesto Maggi, la VII Commissione della Camera dei Deputati, in data 3 luglio 2003 ha autorizzato la concessione di un contributo di 300.000 euro al Politecnico di Bari, per “interventi di adeguamento e potenziamento delle strutture didattiche della facoltà di architettura”. Tale autorizzazione è stata successivamente ratificata con Legge 16 ottobre 2003, n.291 (Pubblicata nella Gazzetta Ufficiale 29 ottobre 2003 n.252), con Disposizioni in materia di interventi per i beni e le attività culturali, lo sport, l'università e la ricerca e costituzione della Società per lo sviluppo dell'arte, della cultura e dello spettacolo - ARCUS S.p.a.
La proposta ha fatto seguito ad una serie di visite dell’on. Maggi in laboratorio, anche durante gli esami, in occasione delle quali, apprezzando particolarmente la metodologia basata sul principio della pubblicazione, via rete e in tempo reale, dei risultati dell’attività didattica e di ricerca svolta, ha riscontrato la necessità di:
1) aumentare le stazioni di lavoro destinate alla modellazione stereometrica, onde finalizzare la didattica alla produzione di "ricchezza culturale" e alla creazione di un catalogo on-line dei Beni Culturali;
2) dotare il laboratorio di accesso privilegiato ad Internet, considerato che la didattica a distanza viene svolta attraverso la produzione di video in stream e su DVD, oltre a collegamenti in videoconferenza;
3) potenziare il parco-macchine per la produzione video e la funzione di server web.


archivio on-line